Vestitino steso

Quadretto nascita realizzato per le piccole Giada, Greta e Ludovica. L’idea del vestitino steso l’ho trovata nel web, davvero molto carina e perfetta per quello che volevo realizzare.

Vestitino-3

Si tratta di cornici portafoto in legno naturale che ho ridipinto.  All’interno ho inserito un piccolo vestitino realizzato all’uncinetto come steso su un filo, un nastro di pizzo e sul fondo, realizzato con cartoncino, ho ricamato il nome della piccola.Vestitino-2

Materiale utilizzato: portafoto in legno, cartoncino di fondo, vestitino in cotone, nastro di pizzo, cordino, filo di ferro, nastro adesivo, ago e filo.

I materiali sono pochi, ma ciascuno di questi può essere realizzato a sua volta a mano.

Ho deciso di comperare una cornice naturale e di ridipingerla (di seguito troverete come).

Ho anche realizzato i vestitini lavorando all’uncinetto del cotone colorato. Lo schema l’ho trovato in rete: era una presina, ma ho fatto delle modifiche. Lo schema originale è quello che vedete realizzato in verde, i vestitini rosa e arancione sono invece leggermente diversi e sinceramente mi piacciono di più. Vi pubblicherò le modifiche che ho apportato allo schema originale.

Il cartoncino di fondo è un cartoncino rosa che ho decorato a righe avorio utilizzando uno stencil, mentre il cartoncino a pois arancione l’ho comperato già decorato.

Per ricamare il nome sul cartoncino, ho prima scritto il nome in corsivo su un’altro cartoncino, l’ho posizionato nel punto in cui volevo ricamarlo e l’ho forato con uno spillo. Un buco ogni 4mm ca. (foto 5)

Il nastro di pizzo l’ho preso già fatto in merceria, si può senza problemi realizzare all’uncinetto. L’ho tagliato un paio di centimetri in più rispetto la larghezza del cartoncino e l’ho fissato sul retro con del nastro adesivo.

La stessa cosa per il cordino bianco.

Con il filo di ferro, aiutandomi con delle pinze, ho realizzato una finta gruccia che ho cucito al vestitino. Una volta “steso” il vestitino ho chiuso la cornice.

2

Cornice:

MATERIALE: portafoto in legno, primer, colori acrilici (antracite, oro, avorio,tortora), vernice screpolante, vernice di finitura satinata, pennello, carta vetrata sottile.

PASSAGGI: Dopo una prima mano di primer (foto.1), dipingere la cornice con un colore scuro (antracite misto oro e tortora). Una volta asciutto il colore scuro dare una mano spessa di vernice screpolante. Appena asciutta, circa dopo 30 minuti, dare una mano di colore chiaro (avorio) cercando di non ripassare 2 volte sullo stesso punto. Una volta asciutto, si saranno formate delle crepe, rovinare ulteriormente il lavoro passando della carta vetrata. Finire con 2 o 3 mani di vernice di finitura satinata.

Vestitino-1

Vestitino:

SCHEMA ORIGINALE: http://www.hobbylavorifemminili.it/2014/08/schema-vestitino-presine-uncinetto.html

Il mio SCHEMA: sono partita da una quindicina di catenelle chiuse ad anello (non le vedete perchè finito il lavoro le ho cucite sul retro.). Ho proseguito la lavorazione dello schema fermandomi però ad un archetto e una maglia alta prima. Realizzati i primi 3 giri alternando con il cotone bianco a quello colorato, ho chiuso il lavoro.

Sono ripartita dal secondo giro sotto il lavoro con il cotone colorato realizzando una sequenza di archetti per poter realizzare il giro terzo dello schema originale. A questo punto, per la gonna, ho potuto seguire lo schema originale. Alla fine ho aggiunto una riga di maglie basse e ho decorato la gonna con del filo bianco.

Il fatto di avere la gonna sotto alla pettorina lo rende un po’ movimentato, ma sta molto bene anche realizzato come indicato sullo schema.

Il quadretto che avevo visto nel web aveva un vestitino molto semplice tutto a maglia bassa e il nome dipinto, senza decorazioni aggiuntive.

BENVENUTE Giada e Greta

 24 Febbraio 2015 . 17 Aprile 2015

E dopo quasi 2 anni anche la piccola Ludo ha il suo quadretto nascita fatto a mano da appendere sul suo lettino. In arancione, il suo colore preferito!

 Buon lavoro

Anna

Annunci

Idee per l’albero: palline all’uncinetto

Palline di Natale all’uncinetto
Create con la collaborazione della mia Mamma.

Anni fa ho pubblicato lo schema per rivestire le palline trasparenti di diametro 8 cm con lavorazione all’uncinetto. Ricevo spesso molte richieste per le palline da 6 e da 10 cm. Già nei commenti avevo appuntato il procedimento, ma capisco che non sono facili da trovare. Per questo motivo ho deciso di postarli.

Pallina 6

Premessa: Le palline da 6 e da 10 le ha fatte mia mamma modificando ad occhio lo schema da 8.

Schema per pallina da 8 cm:

https://pausacreativita.wordpress.com/2008/12/29/palline-di-natale/

Comunque ai tempi mi ero presa qualche appunto a mano sull’agenda, segnandomi solo le differenze, ho provato a tradurlo dopo 1 anno, segnando in grassetto le cose diverse, spero sia corretto.
SCHEMA PALLINA DA 6CM:
Avv.6 cat. chiuse ad anello.
1°g: Lav. 10mb
2°g: lav. 1 ma2 e 7 cat. in ogni mb
sost. la 1° ma2 con 5 cat. e l’ultimo arco con 4 cat. e 1 mb.
3°g: lav. 1mb e 6 cat. al centro di ogni arco
sost. l’ultimo arco da 6 cat. con 2 cat.e una ma2
4°g: lav. 1mb e 7 cat. al centro di ogni arco
sost. l’ultimo arco da 7 cat. con 3 cat.e una ma2
5°g: lav. 8ma3 in ogni arco da 7cat.
partendo con 3 cat. e 4 ma3 e concludendo il g. con 4 ma3
6°g: lav. un arco da 6 cat.e 1mb ogni 4 punti
sost. l’ultimo arco con 2 cat e 1ma
Chiudere il lavoro e fare un altro uguale con in più il 7°g.
7°g: *lav. 3 cat. e 1mb al centro dell’arco di 6 cat. del sesto giro dell’altro centro 3 cat.* rip da*a* fino a chiudere la sfera
prestare attenzione a lasciare il retro del lavoro all’interno.

….non ho nemmeno una pallina per controllare, le abbiamo regalate tutte

Proviamo anche quello da 10, sempre stesso discorso, la partenza è quello da 8 poi mia mamma lo ha un po modificato per ingrandirlo.

SCHEMA PALLINA DA 10CM:
Avv.6 cat. chiuse ad anello.
1°g: Lav. 10mb
2°g: lav. 1 ma4 e 7 cat. in ogni mb
sost. la 1° ma3 con 5 cat. e l’ultimo arco con 4 cat. e 1 ma.
3°g: lav. 1mb e 9 cat. al centro di ogni arco
sost. l’ultimo arco da 9 cat. con 5 cat.e una ma2
4°g: lav. 1mb e 10 cat. al centro di ogni arco
sost. l’ultimo arco da 10 cat. con 5 cat.e una ma3
4°gbis: lav. 1mb e 10 cat. al centro di ogni arco
sost. l’ultimo arco da 10 cat. con 5 cat.e una ma3

5°g: lav. 10ma2 in ogni arco da 10cat.
partendo con 3 cat. e 5 ma2 e concludendo il g. con 5 ma2
6°g: lav. un arco da 7 cat.e 1mb ogni 5 punti
sost. l’ultimo arco con 3 cat e 1ma
Chiudere il lavoro e fare un altro uguale con in più il 7°g.
7°g: lav. 1mb e 7 cat. al centro di ogni arco
sost. l’ultimo arco da 7 cat. con 3 cat.e una ma2 

7°gbis:per la prima metà pallina ripetere il giro 7° per la seconda parte eseguire questi punti per unirla: *lav. 3 cat. e 1mb al centro dell’arco di 7 cat. del sesto giro dell’altro centro 3 cat.* rip da*a* fino a chiudere la sfera

fatemi sapere

Buon lavoro
Anna

Nuovi Cassetti

Visto che la mia scrivania è senza cassetto ed utilizzando un portatile il ripiano della tastiera risultava ormai obsoleto ho pensato di organizzare dei contenitori per contenere tutto il materiale da cancelleria utile quando si lavora.

I coperchi delle risme di A4 tornano sempre utili!

Avevo già postato una scatola porta bustine del te realizzata sempre con i coperchi:  https://pausacreativita.wordpress.com/2011/10/20/tea-time/

Oggi invece vi mostro dei piccoli cassetti da scrivania realizzati rivestendo appunto i coperchi delle risme di A4 che in ufficio abbondano.

Materiale utilizzato:  coperchi risme A4, carta regalo fantasia a piacere, colla vinilica, taglierino, pennello, filo di cotone ed uncinetto.

cassettiera 1

CASSETTO:

Per creare i cassetti ho realizzato 2 fori su un lato del coperchio con l’aiuto di una matita appuntita, infilandola dall’esterno verso l’interno del coperchio. Con un taglierino ho ritagliato la carta regalo in rettangoli con lati di ca 10cm. Si possono ottenere ritagli anche strappandola, non è necessario che il taglio sia netto. Ho incollato questi ritagli all’esterno della scatola con pennello e colla vinilica diluita.

Quando incollate la carta sui buchi foratela, come prima infilate una matita dall’esterno verso l’interno del coperchio.

Ho lasciato asciugare. Non ho dato vernici di finitura.

cassettiera 3

Ho lavorato dei condoncini all’uncinetto che ho infilato nei fori realizzati precedentemente. Li ho legati con un nodo utilizzando il filo in avanzo e  ho poi fissato con del nastro adesivo per non farlo sfilacciare o rompere.

CORDONCINO:

TECNICA: spighetta rumena.

Il condoncino realizzato con punto spighetta rumena è più difficile da spiegare che da fare.

Ho trovato un tutorial abbastanza chiaro a questa pagina:

http://macrame-rumeno.blogspot.it/2011/10/httpspicasaweb.html

Ecco il risultato:

cassettiera 2

Adesso ho tutta la mia cancelleria in ordine!!!!

Spero sia un’idea utile ed interessante, perchè il commento del mio fidanzato è stato: “Che grande invenzione, la scrivania con cassetti! Non ne avevo mai viste!” Simpatico! La nostra non lo aveva e adesso ne ha 3! Che si possono aprire singolarmente o tutti e 3 insieme.

Buon Lavoro

Anna

Cerchi crochet

Post dedicato agli orecchini realizzati all’uncinetto. Sono davvero semplici e veloci da realizzare. Serve solo del cotone, un uncinetto e delle monachelle.

Tecnica: Uncinetto

Li ho realizzati seguendo degli schemi per centro tavola (ovviamente solo delle parti) trovati sulla rivista “Magico Uncinetto” n268 :

http://www.alexandra.it/rivista.php?idriv=1439&tipo=numero&idapp=7

Applicando delle monachelle sono diventati orecchini.

orecchini uncinetto

un’altro schema molto bello che poi ho ripetuto per realizzare orecchini di diverso colore l’ho trovato sul libro “Enciclopedia delle tecniche a uncinetto”:

https://pausacreativita.wordpress.com/2013/06/19/enciclopediauncinetto/

orecchini uncinetto

La dimensione dell’orecchino dipenderà dal filato e dall’uncino che sceglierete di usare. Se avete un filato troppo piccolo potete sempre usarlo doppio. Lo stesso schema realizzato con l’uncino del 1,75 com doppio filo ho ottenuto un orecchino del diametro di …… cm (orecchini Ocra – vedi foto sopra)  mentre con l’uncino del  1,25 1 solo  filo ho ottenuto un orecchino del diametro di …… cm (orecchini verde acqua – vedi foto sotto – che ho poi arricchito con una piccola perlina).

???????????????????????????????

Sempre sullo stesso manuale ho trovato il punto fantasia per realizzare il braccialetto abbinato:

orecchini uncinetto

Buon lavoro

Anna

Spirale crochet

Oggi posto questo bracciale, per la prima volta ho provato a utilizzare la tecnica della spirale crochet, era da un po’ che volevo provarla.

Crochet 2

Ho trovato il tutorial di Sara  su you tube.

http://www.youtube.com/watch?v=Np5bECTGJAE

Al terzo giro stavo rinunciando, ma sono andata avanti su consiglio di Sara, che nel tutorial dice di arrivare almento al decimo giro, perchè è in quel momento che si inizia a capire se si sta lavorando bene o meno. Aveva pienamente ragione.

Crochet 3

Materiale utilizzato: filo di scozia, uncinetto o.75, ago sottile, conterie 2,5mm nei colori verdi e nero. Per la chiusura: 2 coppette argento diametro 8mm, 2 chiodini a T argento, chiusura a timone.

Crochet 4

Per prima cosa bisogna infilare le perline con il filo di scozia aiutandosi con un ago. Nel tutorial parlano di ago infilaperle a cruna lunga o con occhio centrale. Io sono riuscita a trovare tra i miei aghi un ago con la cruna che permettava di infilare il filo di scozia, ma che passava nel foro delle perline.

Ogni giro del bracciale è composto da 6 perline quindi, ogni 5 perline verdi, infilavo 1 perlina nera. Ho infilato in tutto quasi 1 metro e mezzo di perline. Ovviamente mi sono avanzate, ma meglio abbondare. Non avevo voglia di fare il campione.
Alla fine mi sono fermata  ad una lunghezza di 16,5 cm. Ho lavorato 75 giri da 6 perline ciascuno quindi in totale ho usato 450 perline, mi sarebbero bastati 85 cm.

Crochet

Finita la lavorazione illustrata chiaramente nel tutorial di Sara, praticamente una spirale di maglie basse, ho chiuso il lavoro. Ho messo un po’ di colla vinilica ai capi e ho tagliato il filo in eccesso. Ho applicato dei chiodi a T a delle coppette da 8mm. Con del filo nimo per miyuki ho cucito le coppette ai capi della mia spirale. Infine ho applicato la chiusura ai chiodi.

Crochet 1

Non è stato difficile ed il lavoro finito mi è davvero piaciuto.

Buon lavoro

Anna

Bustina per smalti

Bustina realizzata ad uncinetto.

Per realizzare questa bustina dovete creare 3 rettangoli lavorati all’uncinetto, 1 più grande che costituisce la parte principale, e 2 piu piccoli che fungeranno da lati.


Punti impiegati: catenella, maglia bassa, maglia alta.
Le righe dispari si lavoreranno a maglia bassa, le righe pari a maglia alta.
Ricordatevi, quando finite il giro di girate il lavoro e di sostituire la prima maglia bassa con 2 catenelle o la prima maglia alta con 3 catenelle.

RETTANGOLO GRANDE:

Avviare un numero dispari di catenelle, in questo caso 33.
1°riga_ Lav. 33 maglia basse
2°riga_ Lav. 33 maglie alte
3°riga_ etc…etc….

Alcune righe sono lavorate diversamente per decorazione:

es. 6° riga_ lav. 4cat. , “saltare una maglia di base,, lav. 1 m.a., 1 cat., ” rip. da” a” 15 volte.

Cosi facendo si formerà una riga forata. Se avete avviato 33 catenelle, dovrebbero formarsi 16 quadri.

Vi pubblico uno schema, che magari vi è più chiaro.

Proseguo il lavoro fino alla lunghezza desiderata. Realizzato il primo rettangolo, si passa alla realizzazione dei laterali.

RETTANGOLI LATERALI:

Come prima le righe dispari si lavoreranno a maglia bassa, le righe pari a maglia alta.  Ma questa volta avviate solo 14 catenelle.

Lavorate 18 righe in tutto.

STRUTTURA INTERNA:

Assemblate le varie parti mi sono accorta che la mia bustina era un po’ molle, non volevo inamidarla allora ho creato una struttura interna con del cartone rivestito con della carta velina blu.

Ho ritagliato del cartone in misura incidendolo nei punti delle piegature.

Con della colla vinilica ho applicato degli strappi di carta velina Blu. Ho inserito la struttura nella bustina.

RIFINITURE:

ho decorato la bustina con dei bottoni Baby sui toni dell’azzurro. La bustina si chiude con dei bottoni a clip.

Buon lavoro
Anna

Madonna con bambino

Finalmente ho finito questo lavoro infinito…non avevo mai lavorato a filet… e ho scoperto che non mi diverte molto e non è nemmeno molto facile da stirare.

Tecnica: filet

Punti occorrenti per eseguire un lavoro a filet: catenella, maglia alta

Il lavoro a filet è caratterizzato da una maglia quadrata e da disegni geometrici realizzati con  pieni e  vuoti.




Per seguire gli schemi dei lavori a filet dovete lavorare 2 catenelle e una maglia alta per i quadretti vuoti, 3 maglie alte per i quadretti pieni.

Per avviare il lavoro bisogna contare i quadretti dello schema ed eseguire un numero di catenelle pari a 3 volte il numero dei quadretti +1. Ogni volta che girate il lavoro si parte sempre con 3 catenelle che sostituiscono la prima maglia alta.

Madonna con Bambino

Lo schema l’ho trovato nel web sul sito http://www.conlemani.net nella sezione “progetti free”:
http://www.conlemani.net/gratis.htm
lo trovate fra gli ultimi
Ho fatto richiesta ad Orietta & Sara che molto gentilmente me lo hanno inviato.

Realizzazione:

Lo schema è costituito da 58 quadretti, quindi si avvia il lavoro con 175 catenelle (58*3+1)

Le prime 2 righe sono costituite da solo quadretti vuoti. Quindi, la prima maglia alta si sostituisce da 3 catenelle,si lavorano 2 catenelle, si saltano 2 maglie di base e si lavora una maglia alta, 2 catenelle, si saltano 2 maglie di base e si lavora una maglia alta, 2 catenelle, etc etc…. fino a finire la riga, si gira il lavoro.

Verificate che vi siano creati 58 quadrati. Adesso diventa più facile tenere il conto.

Come prima, la prima maglia alta si sostituisce da 3 catenelle, si lavorano 2 catenelle,  si lavora una maglia alta sulla maglia alta di base, 2 catenelle, si lavora una maglia alta sulla maglia alta di base, etc etc…. fino a finire la riga, si gira il lavoro.

A questo punto iniziano i pieni alternati ai vuoti. Quando nello schema incontrate il pieno, lavorate 2 maglia alte nella catenella di base e una maglia alta nella maglia alta di base, quando avete il quadratino vuoto, lavorate 2 catenelle e una maglia alta nella maglia alta di base.

Andate avanti cosi fino a finire lo schema….. poi stirate bene il lavoro in modo che venga proporzionato. A me era venuto un po schiacciato, ma col ferro è andato a posto. Poi comperate un bella cornice con vetro mettete una stoffa di fondo diun colore che faccia contrasto col colore del cotone utilizzato.

Buon lavoro
Anna