Callana con perle graffiate.

Un idea per reciclare delle perle di plastica un po bruttine.

Ho realizzato queste collane dipingendo delle perle in plastica e legno che non usavo perchè non mi piacevano.
Quelle grandi le ho tolte da quei braccialettoni con l’elastico che andavano di moda con le perle giganti in plastica,quelle piu piccole le ho recuperate da quelle collane che ti regalano con le magliette al mercato.



Materiale occorrente:
Perle tonde grosse in plastica nera (diametro circa 2cm)
Perle piu piccole in legno o plastica di qualsiasi colore, (diametro circa 1cm)
Anello da tenda in ottone
Cordoncino viola scuro (4m)
Filo in cotone viola (4m)
Colore acrilico viola
Vernice trasparente lucida a base d’acqua
Carta vetra sottile
Tamponcino
Pennello morbido

Per prima cosa occorre realizzare le perle.
Per facilitare il lavoro ho inserito le perle su dei bastoncini di legno in modo da non doverle tenere in mano e poterle lavorare su tutta la superficie.
Inoltre ho utilizzato una scatola di cartone per poterle appoggiare per l’asciugatura.

Perle in plastica nere: PERLE GRAFFIATE
Con il tamponcino le ho dipinte col colore acrilico viola e una volta asciutte le ho scartavetrate non uniformemente.
Alla fine ho passato 3 mani di vernice lucida a base d’acqua con un pennello morbido per non lasciare pennellate.
Ho lasciato asciugare.

Perle in legno o plastica di altri colori: PERLE VIOLA
Le perle piu piccole invece le ho solo dipinte con l’acrilico viola e lucidate (3 mani).

Una volta asciutte le perle si può realizzare la collana.

Vedi disegno appunti sotto:

PUNTO 1: unisco cordoncino e filo (4m cad) e li piego a metà. Infilo l’occhiello nell’anello e fisso il filo passandolo nell’occhiello. Tiro.
PUNTO 2: Faccio un primo nodo a circa 1,5cm infilo la prima perla graffiata e realizzo il secondo nodo. Lascio 1,5cm e realizzo un’altro nodo infilo una perla piccola viola e nodo. – 1,5cm nodo perla grossa nodo – 1,5cm nodo perla piccola e nodo – cosi via fino alla lunghezza desiderata.

Ora si passa alla chiusura, si puo fare come si preferisce, anche con un capofilo, con un moschettone o semplicemente con un nodo, si fissa bene e si tagliano i fili in eccesso.
Si puo partire gia con 2 cordoncini e 2 fili da 2m cad, senza anello e poi chiudere con un fiocco…
In questo caso meglio partire dal centro.
Io l’ho fatta cosi perchè la parte che rimane dietro al collo la preferisco senza perle e mi piacciono un sacco gli anelli in ottone.
PUNTO 3: Passo tutti i fili nell’anello, giro indietro lasciando la lunghezza desiderata alla parte dietro al collo e realizzo un nodo in prossimità dell’anello.
PUNTO 4: Torno al nodo dell’ultima perla ci passo all’interno con tutti i fili e rifaccio un nodo.
PUNTO 5: Torno al nodo in prossimità dell’anello mi infilo e realizzo un’altro nodo.
A questo punto ho sul retrocollana 6 cordini viola e sei fili di cotone. Oltre a piacermi ho finito il filo. Mi fermo. Fisso il nodo con della colla e taglio il filo in eccesso.

La collana è finita

Bhe… mentre la facevo mi è venuta un’altra idea.Visto che avevo molte perline e proprio la scorsa settimana mi sono presa un paio di sandali viola con fibbia in oro, ho deciso di decorarle con della foglia oro.
Non avendo mai lavorato con questa tecnica sono andata al negozio a comprare tutto l’occorrente, intanto mi sono fatta dare qualche dritta.

Ecco il risultato:

Cosa ne dite?

Callana con perle graffiate e foglia oro.

Materiale occorrente:
Come sopra +
Foglia oro
Colla per foglia oro (missione)
Liquido antiossidante

Prima di realizzare la collana bisogna aggiungere qualche passaggio alla realizzazione delle perle.

Procedete come sopra e fermatevi alla prima mano di vernice lucida.

Con un pennellino spennellate un po di colla per foglia oro su alcune parti delle perle.
Questa colla ha la particolarità di asciugare molto lentamente quindi avete tutto il tempo di applicarla su tutte le perle prima di passare al passaggio successivo.
Rivestite tutte le perle con la foglia oro con un pennello o con le dita.
E’ la prima volta che utilizzo questa tecnica e mi sono trovata bene con le dita,cosi avevo più sensibilità e mi accorgevo se la superficie della perla o i miei polpastrelli erano appiccicosi
Poi con un pennello asciutto spennelate via le parti in eccesso.
Con un pennellopassate del liquido antiossidante su tutte le perle.
Mi è stato detto che quell’oro –ho comprato la confezione apposta per decoupage-, a differenza dell’argento, col tempo si ossida e prende un colore verdognolo; questo liquido evita questo difetto, inoltre vale come finitura.
Non contenta ho comunque passato una mano di vernice lucida a base d’acqua.
Una volta asciutte ho realizzato la collana come quella sopra con qualche piccola modifica alla chiusura.

Commento: odio quel liquido antiossidante, io uso sempre prodotti a base d’acqua, quello è un solvente e oltre a puzzare (non eccessivamente, ma io lavoro in camera da letto) si deve lavare con l’alcool!!!!!

Sono ben accetti critiche e consigli dalle più esperte di tecnica con foglia oro.
Il risultato che ho ottenuto mi piace molto, era proprio quello che avevo immaginato, ma si può sempre migliorare.

Buon lavoro
Anna

Annunci

One thought on “Callana con perle graffiate.

  1. grazie, ottimo tutorial e consiglio per il riciclo delle brutte perle in plastica! non ho consigli sulla foglia oro, io l’ho usata solo con la pasta polimerica e non ho usato antiossidanti perché, come te, preferisco usare le dita e quindi le vernici all’acqua. peace&love nicoletta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...